Anche Bcs verso Agricoltura 4.0

trasformazione digitale

Gli incentivi di Agricoltura 4.0 fanno gola anche nelle colture specialistiche. Un ambito dove, peraltro, l’agricoltura di precisione può portare significativi vantaggi, in termini di riduzione dei costi e ottimizzazione dei lavori. Ecco perché il gruppo Bcs ha pensato di mettere a punto un kit per digitalizzare le proprie macchine, raccogliere dati durante le lavorazioni e inviarli via Sim a un sistema di cloud o al computer aziendale.

Centralina elettronica made in Abbiategrasso

Il nuovo pacchetto è stato lanciato in questi giorni e prevede, come spiega il gruppo di Abbiategrasso, una centralina elettronica realizzata dal centro ricerca e sviluppo di Bcs, oltre a un portale internet attraverso il quale far transitare i dati. La centralina, realizzata con la miglior componentistica presente sul mercato, è dotata di antenna Gps per il telerilevamento e di scheda Sim attraverso la quale spedire le informazioni raccolte dai sistemi elettronici già presenti sui trattori Bcs, Ferrari e Pasquali. Tra esse, l’identificativo della macchina, la sua posizione e poi consumi, temperatura dei liquidi, regime motore, stato della batteria e altro ancora. In caso di necessità, il titolare può anche intervenire sul funzionamento del mezzo, almeno per alcuni aspetti.

Da manutenzione ordinaria a predittiva

Superfluo aggiungere che oltre ai fini agronomici, la centralina ha anche l’obiettivo di trasmettere dati di funzionamento all’assistenza, in modo da passare – è lo stesso costruttore che lo anticipa – da una manutenzione ordinaria a una predittiva, nella quale è il trattore a segnalare anomalie o necessità di interventi routinari. Il tutto, pienamente in linea con i requisiti del finanziamenti per Agricoltura 4.0.

Anche Bcs verso Agricoltura 4.0 - Ultima modifica: 2020-09-18T12:21:57+02:00 da Francesco Bartolozzi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome