Landini, Rex4 RoboShift Dynamic in evidenza a Enovitis in campo

La diciottesima edizione di Enovitis in Campo si svolgerà dal 12 al 13 giugno presso l’azienda agricola Agrivar di Varignana (Bologna) e il gruppo industriale reggiano Argo Tractors sarà presente con Landini, che quest’anno celebra 140 anni di storia della meccanizzazione agricola e di passione per l’innovazione.

«Landini è il marchio 100% Italiano sempre più protagonista indiscusso dell’agricoltura specialistica – dichiara orgogliosamente Mario Danieli, Country Manager Italia di Argo Tractors –. Nel suo 140° anniversario, dopo aver caratterizzato l’evoluzione della meccanica agricola in Italia e nel mondo, possiamo dirci soddisfatti del livello di innovazione raggiunto da Landini, in particolare con Rex4 RoboShift Dynamic, ennesima conferma della capacità di Argo Tractors di sviluppare soluzioni capaci di soddisfare i clienti alla ricerca di una tecnologia all’avanguardia, ma semplice da utilizzare.  La famiglia Rex4 include modelli ed opzioni in grado di adeguarsi a tutte le esigenze delle lavorazioni in vigneto e frutteto, con un comfort di stampo automotive unito all’inconfondibile e accattivante design che caratterizza l’intera nostra gamma prodotto».

Landini Rex 4-120GT Dynamic, attuale detentore del premio Tractor of the Year 2024 nella categoria Best of Specialized, spicca per innovazione grazie alla trasmissione RoboShift, concepita e prodotta negli stabilimenti italiani di Argo Tractors. Oltre ad una nuova cabina con sedile di guida girevole ed integrante un braciolo multifunzione.

La trasmissione con superriduttore 48AV+16RM è dotata di inversore elettro-idraulico e di HML e marce completamente robotizzate; la gestione avviene tramite joystick multifunzione SmartPilot Plus che permette all’operatore di governare in modo rapido ed intuitivo anche l’innesto della PdF, i giri motore e i distributori elettroidraulici. Analogamente, il sistema di guida avanzata (Advanced Driving System) offre un servosterzo elettrico atto a ridurre il carico sul volante, a mantenere la direzionalità delle ruote anteriori in ogni condizione e ad irrigidire lo sterzo all’incremento della velocità, assicurando al contempo la piena integrazione con i sistemi di guida assistita per le operazioni di agricoltura di precisione. Presente la funzione Stop & Action che consente di arrestare il trattore premendo sui freni e senza utilizzare il pedale della frizione.

I motori da 2.9 litri Deutz AG, con potenze da 75 a 112cv, assicurano la piena compatibilità con i carburanti Hvo (Hydrotreated Vegetable Oil), per un’agricoltura a servizio della sostenibilità. L’emissionamento Stage V è garantito da filtro antiparticolato DPF a rigenerazione passiva, catalizzatore di ossidazione Doc e, per i modelli oltre i 75hp, da catalizzatore a riduzione selettiva delle emissioni Scr e serbatoio AdBlue con il pratico sistema di rabbocco rapido. Da record l’intervallo di manutenzione del motore prolungato a 1.000 ore quando si utilizza olio di tipo UltraLowAsh.

Presente anche il protocollo di telemetria Landini Fleet & Remote Diagnostic Management, oltre al sistema Landini Farm Management.

Sempre in rappresentanza della famiglia Rex4, sarà operativo nei filari di Varignana il Rex4 in versione F con trasmissione robotizzata e cabina con categoria di protezione Cat. 4 disponibile anche con sospensione meccanica, abbinabile ad un assale anteriore sospeso. Ci sarà inoltre la versione GE dotata di cabina Low Profile, che offre un’elevata visibilità frontale e laterale. Il parabrezza frontale curvo assicura il controllo ideale dell’ingresso tra i filari con chiome basse e delle operazioni con attrezzi frontali e ventrali.

Landini Trekker3

Landini Trekker 3-085, cingolato in versione piattaforma che evolve il predecessore Trekker F Compact. Imbattibile in compattezza nel proprio segmento, risulta ideale per lavori in condizioni difficili e in filari molto stretti. È dotato di motori Kohler a 4 cilindri, 16 valvole da 2,5 litri, contenuti nelle dimensioni, ma generosi nelle performance ed emissionati Stage V grazie al sistema Doc senza rigenerazione. Manovrabilità e maneggevolezza in declivio sono assicurate dal passo di 1.350mm, dal peso di 3.250kg e da una luce libera dal suolo minima di 220 mm. Le larghezze fuoritutto sono contenute in 1.260 mm o 1.290 mm con cingolature in metallo. La trasmissione da 16+8 velocità opera tramite inversore sincronizzato ed è configurabile con overdrive, per aumentare la velocità fino a 15 km/h, o, in alternativa, con Superriduttore, che consente una velocità minima di 300 metri orari.

«In accordo con il nuovo claim, Feel the Change, Landini si evolve e si proietta nel futuro con una tecnologia votata alla sostenibilità, perché – conclude Danieli – i nostri trattori per vigneto e frutteto sono mezzi in grado di soddisfare le necessità di tutti i clienti, attuali e potenziali che oggi si dimostrano esigenti anche in scelte d’acquisto che rispettino l’ambiente. Per questo motivo il nostro team tecnico è indirizzato a soluzioni di processo, di servizio e di prodotto all’avanguardia, sviluppando prodotti e servizi digitali integrati. Da anni Landini è al fianco delle più prestigiose cantine vinicole, accompagnando attivamente la crescita e l’affermazione propria e delle eccellenze italiane nel mondo».

 

Landini, Rex4 RoboShift Dynamic in evidenza a Enovitis in campo - Ultima modifica: 2024-06-06T16:16:49+02:00 da Redazione Macchine e Motori Agricoli

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome